ESCLUSIVA - Sergio: "Udinese, classifica bugiarda. Attacco? Da Keita voglio più gol!"

di Laura Castellani
Fonte: Laura Castellani - Lalaziosiamonoi.it
articolo letto 4558 volte
Foto

Dopo dodici anni, i biancocelesti espugnano il Castellani. La Lazio subisce un gol, ma poi non lascia nemmeno il tempo all'Empoli di esultare. Domenica, invece, si torna all'Olimpico. Di fronte c'è l'Udinese: una squadra che, secondo Raffaele Sergio, meriterebbe qualcosa in più rispetto a quanto raccolto finora. L'ex terzino dei friulani e dei biancocelesti, intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni, ha analizzato il momento che si vive a Formello. Partendo dalla gara con l'Empoli di sabato sera: "E' stata una partita molto complicata su un campo ostico. La Lazio è stata brava ad affrontarla con il giusto atteggiamento. In altri tempi, partite come quella di sabato, i biancocelesti le avrebbero perse. Invece è riuscita a mettere in campo la giusta sagacia tattica". I bianconeri sono reduci da una sconfitta: "L'Udinese non sta attraversando un buon momento. A parer mio, la sua classifica non rispecchia né il valore della squadra né quello delle sue prestazioni. Non sarà una partita facile, in più viene da una sconfitta. Ma la Lazio ha tutte le carte in regola per fare bene". Tanti tiri e pochi gol. La Lazio crea molte occasioni, ma il suo tridente offensivo non sempre riesce ad approfittarne:  "L'attacco laziale deve avere più consapevolezza dei suoi mezzi. Se dovessi indicare un aspetto negativo, direi che da uno come Keita deve segnare di più. Ha all'attivo in questo campionato sei gol. Uno come lui, con le sue capacità, può tranquillamente viaggiare in doppia cifra". Biglia è squalificato e non potrà scendere in campo contro l'Udinese, Murgia o Parolo? "Non è una scelta facile. La bravura di Inzaghi starà anche nel prendere una decisione di questo genere. Una scelta complicata perché secondo me la Lazio non ha nessuno in rosa con queste caratteristiche. Inzaghi non ha a disposizione nessuno che sia naturalmente come l'argentino, per questo è chiamato a ponderare bene la sua scelta".

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI