Arbitri, Sconcerti: “Oggi i direttori di gara non devono scontentare le grandi squadre”

di Lalaziosiamonoi Redazione
Fonte: Francesco Mattogno - Lalaziosiamonoi.it
Vedi letture
Foto

“Un arbitro fa carriera se arbitra grandi partite e per arbitrarle non deve farsi “squalificare” dalle grandi squadre. Quindi non deve scontentarle troppo. Questo non è un sospetto, è la regola”. Un pensiero che potrebbe far discutere, quello di Mario Sconcerti che, come riporta la rassegna stampa di Radiosei, torna forte sul tema arbitrale che ha tenuto banco in queste settimane. È chiaro il riferimento a Fabbri, arbitro di Juventus-Milan che non dirigerà più le gare dei rossoneri fino a nuovo ordine. Il rischio di questa scelta, secondo Sconcerti, è che le grandi squadre finiscano per “scegliersi” gli arbitri secondo il meccanismo psicologico che li porterebbe a sbagliare meno contro i top team, pena altrimenti il divieto di arbitrare le grandi partite. Nonostante questo, Sconcerti conclude dicendo che i tifosi dovranno continuare a fidarsi degli ufficiali di gara, ma la disparità di trattamento da qui in futuro potrebbe far sorgere più di un ragionevole sospetto.

MILAN-LAZIO: TUTTE LE TAPPE DEL CASO ACERBI-BAKAYOKO

MILAN-LAZIO, SPUTI VERSO SIMONE INZAGHI

TORNA ALLA HOMEPAGE


Altre notizie