Lazio, respinto il ricorso sulla squalifica della Curva Nord

di Gabriele Candelori
Fonte: figc.it
Vedi letture
Foto

È stato respinto il ricorso della Lazio sulla squalifica di un turno (con sospensiva di un anno) della parte bassa della Curva Nord. La sanzione era arrivata dopo la semifinale di ritorno di Coppa Italia contro il Milan per le segnalazioni della Procura Federale che aveva registrato "cori di discriminazione razziale" all'indirizzo di Kessié e Bakayoko. A seguire il comunicato ufficiale pubblicato poco fa dalla Figc:

I COLLEGIO

Prof. Piero Sandulli – Presidente; Dott. Francesco Cerini, Prof. Salvatore Sica – Componenti; Dott. Carlo Bravi - Rappresentante A.I.A.; Dott. Antonio Metitieri – Segretario 1.

RICORSO DELLA S.S. LAZIO S.P.A. AVVERSO LA SANZIONE DELL’OBBLIGO DI DISPUTARE UNA GARA CON “LA PARTE CENTRALE IN BASSO” DEL SETTORE “CURVA NORD” PRIVO DI SPETTATORI, SANZIONE SOSPESA AI SENSI DELL’ART. 16 COMMA 2BIS CGS INFLITTA SEGUITO MILAN/LAZIO DEL 24.04.2019 (Delibera del Giudice Sportivo presso la Lega Nazionale Professionisti Serie A – Com. Uff. n. 215 del 29.4.2019)

La C.S.A., respinge il ricorso come sopra proposto dalla società S.S. Lazio di Formello (Roma) specificando l’obbligo di disputare una gara priva di spettatori nei settori 47 B e 48 B della Curva Nord, sanzione sospesa ai sensi dell’art. 16 comma 2bis CGS. Dispone addebitarsi la tassa reclamo.

 

Pubblicato il 16/05/2019 alle ore 16:45.


Altre notizie