I NUMERI DEL MATCH - Napoli - Lazio, l'analisi di una partita a due volti

di Leonardo Giovannetti
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Vedi letture
Foto

La Lazio non passa al San Paolo, dopo un primo tempo sottotono e una ripresa dedicata alla rincorsa del pareggio. I biancocelesti hanno provato a riacciuffare il risultato, ma l’espulsione di Acerbi – molto dubbia – ha complicato inevitabilmente le cose. Le occasioni da gol create sono in sostanziale equilibrio: 13 per il Napoli, 12 per la Lazio. Sono 8 i tiri in porta effettuati dagli uomini di Ancelotti, 7 quelli provati dagli uomini di Inzaghi. Un possesso palla equamente distribuito, 52% per i padroni di casa, 48% per gli ospiti. Il club capitolino ha corso più di quello partenopeo, anche a causa della necessità di recuperare la partita: 109 chilometri percorsi dagli azzurri, 112 dai biancocelesti.

I SINGOLI – Quello che ci ha provato di più è stato Luis Alberto, con 4 tiri e 3 occasioni create. Lulic, adattato sulla fascia destra, ha provato a fare il massimo: top player per passaggi (57) e per tocchi di palla (82). È stato Parolo, come spesso capita, a correre più di tutti: 12.317 chilometri percorsi in totale. Leiva ha provato a dare solidità a un centrocampo spesso in balìa dell’avversario: il migliore per duelli totali vinti (6) e tackle effettuati (5). I recupera-palloni della gara sono stati invece Radu e Acerbi (8), e l’ex Sassuolo, nonostante l’espulsione, è il giocatore ad aver completato con successo più disimpegni (4). Immobile, oltre al gol che ha accorciato le distanze, ha vinto 7 duelli aerei: top player in questa statistica.

Per le statistiche si ringrazia Lazio Page


Altre notizie