PRIMAVERA - Bonatti: "È una crescita continua, siamo diventati grandi. Questa è una Lazio al top!"

di Francesco Tringali
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
articolo letto 4383 volte
Foto

La sua Lazio corre, come non si vedeva da tempo. Anche il Cesena al tappeto al Fersini, un soddisfatto Andrea Bonatti, ai microfoni di Lazio Style Radio: "Questa è una vittoria importante per la classifica, per riprendere un cammino che avevamo immeritatamente sospeso la scorsa settimana. Continuiamo il nostro percorso di crescita. La squadra oggi ha offerto una prestazione maiuscola, non concedendo alcuna occasione a una squadra come il Cesena dall’enorme potenziale offensivo. Dovevamo forse essere più incisivi e calare il colpo del ko; ciò nonostante abbiamo sempre gestito bene il risultato. Ringrazio la società perché, quando mi hanno comunicato che avrei avuto a disposizione Mohamed, avevo chiesto che facesse tutti gli allenamenti della settimana con il gruppo soprattutto per mettere il ragazzo nelle condizioni di esprimere tutto il suo potenziale. Complimenti anche a lui, ha giocato bene, con qualità, e insieme ai suoi compagni ci ha aiutato a conquistare questa importante vittoria. Abbiamo 49 punti in classifica, 13 in più rispetto alla scorsa stagione, peccato per il pareggio contro il Vicenza. In un girone, quindi in 13 gare, questa squadra ha collezionato 11 vittorie, un pareggio e una sconfitta. Numeri che certificano che la Primavera è una squadra forte. Merito ai ragazzi: so quanto sacrificio mettono ed è giusto che si godano questo momento positivo. Da quando sono arrivato ho cercato di alzare l’asticella sempre più. I ragazzi hanno la mia stessa voglia di vedere sempre più lontano. Ora subentra una nuova difficoltà, che è quella di mantenere costanza e forza per ambire a qualcosa di importante, che può essere nelle corde di questi ragazzi. Siamo in un ottimo periodo di forma psicofisico. La sosta arriva nel momento gusto, abbiamo bisogno di inserire l’ultimo tassello e vincere continuamente non è facile, soprattutto a livello nervoso; per questo ho alternato diversi elementi nell’ultimo mese. Il prossimo impegno sarà un altro importante banco di prova”.

Il tecnico biancoceleste ha commentato la gara anche ai microfoni dei cronisti presenti: "Siamo diventati grandi. Quando ottieni 34 punti sui 39 disponibili vuol dire che hai fatto un grandissimo percorso. Adesso subentra una grande difficoltà, continuare ad essere forti. Avevamo delle peculiarità non completamente espresse. Ho una squadra matura, che ha trovato consapevolezza, anche ad assorbire i momenti negativi, vedi il derby. Abukar fa parte della prima squadra, oggi è venuto con noi, siamo tutti soddisfatti. Potrà servirgli per il suo percorso, difficile ipotizzare quello che sarà in futuro. Non abbiamo rischiato nulla, la partita è andata via liscia. Dovevamo chiuderla prima, possiamo lavorare ancora sui dettagli. Questa sosta arriva nel momento giusto, vincere per tre mesi non è semplice. Andrò al Viareggio per osservare la Fiorentina e studiarla per farci trovare pronti. Abbiamo tre scontri diretti, quindi nulla è concluso per le Final Eight".


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI