Handanovic, l'ex tanto rimpianto: tra passato e incroci Champions...

di Lalaziosiamonoi Redazione
Fonte: Leonardo Giovannetti - Lalaziosiamonoi.it
articolo letto 5280 volte
Foto

A volte ritornano. Già, sulla strada direzione Champions League la Lazio troverà di nuovo l’uomo che sostanzialmente gliela negò 7 anni fa: Samir Handanovic. Parando un rigore nello scontro con la Lazio, il portiere sloveno diede un contributo decisivo alla causa europea della sua Udinese, ai danni dei capitolini. A calciare quel penalty, Mauro Zarate, idolo delle folle biancocelesti. Come riporta la rassegna stampa di Radiosei, a distanza di anni è ancora questa la più grande delusione dell’argentino : “Ci penso sempre, potevamo andare in Champions. Avrei aiutato la società a crescere e invece…”. Quella partita fu persa dalla Lazio per 2-1, con doppietta di Di Natale e un gol inutile di Kozak. La squadra di Reja era quarta e con quella vittoria Guidolin gli soffiò il posto. A fine anno l’Udinese fu promossa per differenza reti, essendo arrivata a pari punti con la Lazio. Handanovic fu protagonista di una stagione strepitosa e oggi si trova ancora sulla strada dei biancocelesti. Con la sua Inter è pronto a mettere i bastoni tra le ruote di Inzaghi e compagni. Proprio lui, che a inizio carriera nel 2006 è transitato a Formello come terzo portiere di Peruzzi e Ballotta: “Mi sono allenato con loro, è stato bello anche se non giocavo”. Nella finale di domenica cercherà ancora una volta di chiudere la porta e buttare le chiavi.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy