Ecco il nuovo modello di gestione degli stadi

di Antoniomaria Pietoso
Fonte: Agenzia biancoceleste sslazio.it
articolo letto 6677 volte
Foto

FIGC, CONI, Ministro dell’Interno, Ministro per lo Sport, Lega Serie A, Lega B, Lega Pro, LND, AIC, AIAC e AIA hanno firmato il nuovo Protocollo d’intesa che prevede una migliore fruizione degli stadi di calcio. Si tratta di un documento che aggiorna in maniera sensibile l’attuale disciplina. Il nuovo vademecum muove i primi passi in conseguenza del miglioramento complessivo dei dati sulla sicurezza in occasione di eventi calcistici, dell’adozione di una disciplina che responsabilizza e professionalizza figure centrali come lo steward ed il supporter liaison officer (SLO), e dell’adeguamento agli standard europei dei criteri infrastrutturali nei campionati professionistici (entro 3 anni). Il Protocollo rafforza la cornice di legalità e gli strumenti che consentono l’implementazione di un nuovo modello di gestione organizzativa. Non si fa nessun passo indietro sulla sicurezza: si guarda avanti, pianificando nei prossimi tre anni modalità più dirette e snelle per favorire l'accesso e la partecipazione alle gare, anche semplificando le procedure di acquisto dei biglietti e degli abbonamenti. A partire da questa stagione, sarà possibile infatti acquistare i biglietti il giorno della gara, fatta eccezione per il settore ospiti. Il tifoso potrà recarsi allo stadio senza la carta di fidelizzazione, che si giochi in casa o in trasferta, salvo specifiche limitazioni disposte dall’Osservatorio in caso di partite a rischio. Saranno ammessi tamburi e megafoni quali strumenti sonori ed acustici. L’introduzione seguirà la medesima disciplina prevista per gli striscioni.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI