RIVIVI IL LIVE - Allegri: "Domani sarà una partita con il punto interrogativo, servirà cervello"

di Daniele Rocca
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
articolo letto 8320 volte
Foto

ROMA - Terza finale in quattro mesi. Dopo Coppa Italia e Champions League, la Juventus è all'esame Supercoppa Italiana. La squadra di Allegri arriva con un Bonucci di meno, ma la rosa è al completo, fatta eccezione per l'infortunato Pjaca. Il tecnico bianconero è intervenuto in conferenza stampa per parlare della sfida di domani contro la Lazio. Rivivi la diretta scritta de Lalaziosiamonoi.it.

Come si rinnova la forza della Juve?

Parte una nuova stagione, siamo tutti alla pari. Dopo Cardiff c'è stata tanta rabbia e va usata per affrontare questa stagione. Già tre anni fa ci sono stati cambiamenti, quest'anno bisogna evitare di partire male in campionato. Serve equilibrio e determinazione per centrare gli obiettivi.

Che partita si aspetta domani?

Gara complicata, la Lazio ha fatto un ottimo precampionato. Squadra organizzata con giocatori di buona qualità. La nostra forza è avere grande rispetto per i nostri avversari e lo sarà anche domani.

I giocatori arrivati?

Sono arrivati giocatori giovani, la società ha fatto un buon lavoro soprattutto pensando al futuro. Servirà il tempo per capire che ogni palla che si gioca dentro la Juventus è una palla importante. E dovranno seguire l'esempio dei più anziani per integrarsi al meglio.

Sulla formazione...

Ho ancora 3/4 dubbi, sarà un casino dirla da ora. Sicuramente Gigi Buffon gioca, Higuain e Dybala giocano. Anche Mandzukic. Gli altri non lo so.

Quanta voglia ha ancora di essere allenatore di questa squadra?

Cerco di fare meno danni possibili, se hai giocatori forti è più facili vincere le partite. Con questa squadra si può riaprire una stagione e un futuro importanti e per questo sono ancora qui.

Ci saranno novità dal punto di vista del modulo? Le ha dato fastidio qualcosa durante l'estate?

Durante l'estate si parla tanto perché non ci sono le partite. La Juventus viene da sei stagioni in cui ha vinto sei scudetti e perso due finali di Champions League. Però bisogna essere contenti di essere stati in grado di arrivare in fondo. Dobbiamo ripartire con la rabbia giusta.

Le critiche ricevute in estate?

Prendere le legnate contro il Tottenham ci è servito per arrivare al meglio alla partita di domani. Perché domani servirà una grande partita, perché giochiamo contro una buona squadra. Sarà una partita difficile, servirà la vera Juventus. Domani sarà una partita con il punto interrogativo.

La Supercoppa meglio agosto o a Natale?

Giocarla a dicembre rischi di avere giocatori squalificati, questa è una partita dove le condizioni delle squadre non sono ottimali e per questo servirà ancora più cervello.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI