Pizzul: “Biglia era fondamentale, ora mi aspetto una Lazio camaleontica in questa stagione”

di Claudio Cianci
Fonte: Claudio Cianci-Lalaziosiamonoi.it
articolo letto 10175 volte
Foto

Lucas Lieva è arrivato ed ha svolto le visite mediche oggi, in attesa che diventi ufficialmente un giocatore della Lazio. Per fare un’analisi riguardo la piazza biancoceleste Bruno Pizzul, storica voce della RAI, è intervenuto ai microfoni di Elleradio.

Come giudica l’ultima stagione della Lazio, cosa l’ha impressionata di più?

Ho sempre avuto una fiducia piuttosto marcata in quelle che erano le possibilità della Lazio, anche se le valutazioni alla vigilia dello scorso campionato non erano positive. Mi sono meravigliato della velocità con cui Inzaghi è riuscito a dare una fisionomia tattica convincente alla squadra. Tra tifoseria e società c’erano delle situazioni di fibrillazione, Inzaghi è riuscito invece a trovare un punto di mediazione e ora ha tutte le intenzioni di continuare a far bene nella prossima stagione, anche se le vicende del calciomercato sono molto intricate e qualche giocatore partirà.

Quanto perde la Lazio con l’addio di Biglia e quanto guadagna con l’arrivo di Lucas Leiva?

Anche i giocatori più importanti vanno verificati all’impatto con il calcio italiano. Biglia aveva un ruolo strategico importantissimo all’interno della Lazio ed era un punto di riferimento per i compagni dentro e fuori dal campo. Un elemento dunque difficilissimo da sostituire, anche se si sapeva che le lusinghe arrivate da altre squadre avrebbero avuto il loro peso. Ora bisognerà vedere cosa farà Keita, per il quale sono state segnalate strane frequentazioni milanesi.

Può essere l’Inter la squadra che punterà su Keita?

Quando le due società milanesi sono passate in mano alle proprietà cinesi sembrava che fossero quelli dell’Inter, mentre a proposito dei cinesi del Milan c’era una certa ironia riguardo al closing che non arrivava mai. E’ accaduto il contrario poi, col Milan scatenato sul mercato e l’Inter un po’ più alla finestra. Keita può essere dunque l’elemento ideale per ravvivare il mercato nerazzurro e tacitare gli umori più cupi dei tifosi interisti. Una cessione può essere l’epilogo più logico per sbrogliare l’intricatissima matassa che si è venuta a creare riguardo la situazione del giocatore, anche a causa di alcuni atteggiamenti del suo entourage. Può dunque arrivare il momento di Keita all’Inter, la Lazio dovrà stare attenta a non farsi scappare troppi suoi talenti.

Come ad esempio Milinkovic-Savic:

E’ un giocatore che mi piace moltissimo, oltre ad essere dotato di una grande tecnica porta un contributo di personalità e a livello fisico davvero notevole alla squadra.

A livello di impostazione di gioco si potrà vedere una Lazio differente rispetto all’anno scorso?

Naturalmente è molto difficile da dire. Nello scorso campionato la Lazio è stata abbastanza eclettica, svariando fra due moduli. Inzaghi ha in organico molti giocatori con buona predisposizione a vari schemi di gioco, riuscendo spesso a cambiare la fisionomia della squadra e la disposizione dei giocatori in campo a partita in corso. Questo perché i giocatori avevano una personalità tale da riuscire a giocare la partita senza doversi attenere a un unico canovaccio tattico, ma riuscendo a improvvisare. Mi aspetto di vedere una Lazio camaleontica.”


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI