LAZIO STORY - 13 ottobre 1985: quando la Lazio superò la Triestina

di Claudio Cianci
Fonte: Claudio Cianci-Lalaziosiamonoi.it
articolo letto 1765 volte
Foto

Domani il campionato riparte, la Lazio affronterà la Juventus a Torino e non sarà per nulla facile. Una trasferta insidiosa che va interpretata nel modo giusto, una vittoria contro i bianconeri sarebbe un grande colpo per gli uomini allenati da Simone Inzaghi. Il 13 ottobre 1985 invece la situazione era differente: i capitolini giocarono contro la Triestina in Serie B.

LAZIO-TRIESTINA - Questa era la Lazio allenata da Luigi Simoni, al suo interno c’erano elementi come D’Amico, Fiorini, Poli, Piscedda, Calisti, Ielpo ed altri. L’avversario di turno fu la Triestina; all’Olimpico - sugli spalti - erano presenti 50mila spettatori. La sfida non fu semplice perché i biancorossi si rivelarono un avversario tosto e quadrato. I biancocelesti passarono in vantaggio al 37’ grazie a Garlini, bravo a sfruttare un cross di Magnocavallo. Al 44’, però, gli ospiti raggiunsero il pareggio: Cinello servì il pallone a Di Giovanni che fece l'1-1. Poi Strappa mise in difficoltà l’allora portiere laziale Malgioglio con una punizione, il pericolo però venne sventato grazie al suo intervento. Dopo questo brivido la Lazio riprese il gioco in mano e trovò anche il vantaggio al 73’: lungo cross di Podavini, Fiorini sfiorò di testa e Garlini - con un grande sinistro - superò il portiere. Infine i capitolini gestirono la gara fino alla vittoria.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI