Calciomercato Lazio: Lapadula è del Genoa e ora Djordjevic cerca un'altra sistemazione

di Antoniomaria Pietoso
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
articolo letto 18482 volte
Foto

Fumata bianca per il trasferimento di Gianluca Lapadula al Genoa. L'attaccante del Milan era praticamente un giocatore rossoblù in un'operazione che sarebbe andata in porto sulla base del prestito oneroso (due milioni, ndr) con diritto di riscatto fissato a undici milioni. I problemi, però, sono arrivati durante le prime visite mediche con il riscontro di una fascite plantare che poteva costringere il centravanti a uno stop di 45 giorni. Troppi per il club ligure che ha voluto vederci lungo prenotando dei controlli più approfonditi per capirne di più. Gli esami approfonditi hanno tranqullizzato il Genoa che ha deciso di tesserare il giocatore. In serata è arrivata la conferma direttamente dal profilo Instagram della prima punta che ha annunciato il trasferimento ai liguri: "Una nuova avventura voluta fortemente da entrambi, orgoglioso di far parte del club più antico d'Italia! Forza Grifone!". L'annuncio di Lapadula chiude probabilmente le porte del Ferraris a Filip Djordjevic. Il serbo era finito nel radar ligure in vista della partenza di Simeone, inseguito da Fiorentina e Torino. L'arrivo del centravanti del Milan e il cambio societario annunciato da Preziosi allontanano l'ex Nantes dal Genoa. Bisognerà trovare un'altra soluzione per il ragazzo che è in cerca di riscatto dopo un paio di stagioni negative. Si era parlato dell'Olympiakos, ma non si era andati oltre il semplice sondaggio. C'è ancora tempo, il mercato chiude il 31 agosto, ma la Lazio e Djordjevic devono trovare una soluzione. 

 

Una nuova avventura voluta fortemente da entrambi, orgoglioso di far parte del club più antico d'Italia! Forza Grifone! #forzagrifo #youwillneverwalkalone

Un post condiviso da Gianluca Lapadula (@gianluca_lapadula_official) in data: 17 Lug 2017 alle ore 14:17 PDT


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI