Biglia: "Non abbiamo dormito per studiare i dettagli. Ciro, Felipe e Keita hanno fatto la differenza" - VIDEO

di Lalaziosiamonoi Redazione
Fonte: Alessandro Vittori - Lalaziosiamonoi.it
articolo letto 16769 volte
Foto

Il primo derby vinto non si scorda mai. Nel post capitan Biglia ha parlato a Rai Sport“Lacrime di felicità e sofferenza, dopo 4 anni sono riuscito a vincere il derby. Manca ancora tanto per la finale, siamo ancora al 50% di possibilità. Se interpretiamo bene il campionato può nascere qualcosa di importante. Da domani pensiamo al Bologna, bisogna affrontarne una alla volta”.

L’argentino è intervenuto anche a Lazio Style Channel: “Giocare il ritorno tra un mese sarebbe stato meglio? Non lo so, dobbiamo farci tenere pronti. Ora dobbiamo stare con la testa e i piedi sulla terra, è un buon risultato ma mancano ancora 90’. Domenica abbiamo una partita difficile a Bologna. Oggi, quando il mister ci ha parlati, ci ha caricato tantissimo. Non abbiamo dormito per studiare i piccolini dettagli, che sono quelli che fanno la differenza. Avevamo voglia di fare bene, la chiave è stata questa. I tre davanti hanno fatto una gara spettacolare, Ciro, Felipe e poi Keita: hanno fatto la differenza. Hanno corso molto, pressato e poi hanno fatto la differenza quando c’era da segnare. La brutta prestazione con l’Udinese ci è servito per entrare più attenti, con un atteggiamento diverso. Ora pensiamo a Bologna: non dobbiamo sbagliare. Il giallo? Mi è venuto subito in mente la finale saltata con la Juve, ora pensiamo solo al Bologna”.

Il regista biancoceleste si è poi fermato ai microfoni dei cronisti presenti in mixed zone: "Una grande prestazione. Adesso però è finita, restiamo con i piedi per terra e pensiamo alla prossima gara con il Bologna. Ancora non abbiamo fatto niente. La Roma era favorita, è vero, è la seconda squadra d'Italia, come dice la classifica. Ma noi l'abbiamo preparata così, abbiamo aspettato prima di cominciare a giocare. Quello è stato il nostro punto forte. Dopo la sfida di domenica eravamo arrabbiati, volevamo mettere in campo tutto questo. E si è visto, i tre davanti oggi sono stati fortissimi. Nainggolan? Le parole non contano, conta quello che è successo in campo. Non vogliamo creare un ambiente negativo, vogliamo che per i nostri tifosi sia una festa ma che finisce qui. Se la prendiamo in maniera sbagliata questa vittoria, però è un male: se vogliamo continuare così non dobbiamo mai mollare. Noi più vcchi dovremo far capire ai più giovani che la festa finisce a mezzanotte. E' stato emozionante vincere questo derby, dopo quattro anni ho vinto il primo qui a Roma. Le immagini dopo la partita parlano da sole".


Altre notizie
Domenica 20 Agosto
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI