ESCLUSIVA - Amoroso: “Il Bologna deve ritrovare le motivazioni. La Lazio ha un attacco mostruoso”

di Claudio Cianci
Fonte: Claudio Cianci-Lalaziosiamonoi.it
articolo letto 5011 volte
Foto

Ha vestito la divisa del Bologna per sette anni ed è legato molto alla piazza e ai tifosi rossoblù. La Lazio viene dalla vittoria del derby d’andata di Coppa Italia, ma nel suo cammino in campionato incontrerà proprio i felsinei domenica sera. La squadra di Donadoni ha seminato molto, ma è incappata in qualche sconfitta di troppo ed ora cerca un successo per risollevarsi. Dunque Christian Amoroso conosce bene il Bologna e la redazione de Lalaziosiamonoi.it lo ha contattato in esclusiva per presentare la partita.

Un giudizio sul derby vinto dalla Lazio?

“La Lazio ha fatto una grandissima partita sotto tutti i punti di vista, perché hanno tenuto lo stesso ritmo della Roma se non addirittura più alto. Hanno giocato a livello qualitativo molto bene, ed hanno ribattuto colpo su colpo alle azioni giallorosse, e con questa Roma non era facile. Si tratta di una squadra davvero in forma, complimenti alla Lazio che ha fatto una grandissima partita. I biancocelesti hanno uno gli attacchi più forti del campionato: Keita, Immobile e Felipe Anderson sono un trio fortissimo. Lo stanno dimostrando ampiamente quanto sono bravi”.  

Un giudizio sulla Lazio?

“La Lazio a centrocampo può contare su elementi come Milinkovic-Savic e Parolo, con Biglia in mezzo. Magari non si vedono tanto perché lavorano molto nella fase di non possesso, ma hanno grande capacità d’inserimento entrambi. Poi alla fine dell’anno ti ritrovi a contare i gol che hanno fatto. Magari sono un po’ più indietro a livello qualitativo nella gestione della palla, ma hanno questa capacità di sapersi muovere bene che fa la differenza. Il loro senso del gol porta tantissimi punti”.

Il 2-0 dell’andata è comunque un ottimo vantaggio…

“Non si riparte dallo 0-0, i laziali si devono godere questa vittoria però è chiaro che bisogna che gestiscano il ritorno come se fosse una partita secca. La Roma è molto forte e può sicuramente ribaltare il risultato. Verrà fuori una bella partita, ma non con un risultato scontato”.

Crede che il Bologna si senta già appagato visto quanto sta accadendo per la lotta salvezza?

“Ora le società di medio bassa classifica fanno faticare a trovare gli stimoli giusti perché la lotta alla retrocessione sembra abbastanza definita. Questo crea dei problemi dal punto di vista motivazionale. Sta accadendo al Bologna, al Torino e ad altre squadre. Sono società che fanno fatica a trovare motivazioni e bisogna cercare di trovarle nei i giocatori e farli stare uniti. I valori in campo saranno molto differenti, ma ogni partita ha la sua storia e sicuramente domenica non sarà un risultato scontato per la Lazio”.

L’attacco del Bologna ultimamente sta facendo fatica…

“Te lo spieghi perché il Bologna ha puntato molto su Destro quest’anno e in questo campionato la punta sta facendo fatica fra infortuni e sfortuna. Non riesce a segnare e questo è significativo. Il Bologna ha fatto pochi gol, ovviamente queste società non possono puntare su più giocatori importanti, ed è lui quello di rilievo. Se lui non funziona le cose girano male”.

Un giudizio su Immobile?

“Immobile è uno che spazia molto, ora non c’è paragone con Destro. Il laziale segna e gioca tantissimo per i compagni. Ha molta corsa, in questo momento il giudizio è chiaramente a favore di Immobile”.

Le piace il 4-3-3 proposto da Inzaghi?

“Credo che l’assetto giusto sia questo, ad inizio campionato non c’era Keita, ma quando il senegalese è rientrato in squadra lì davanti si è visto qualcosa di importante. Da un lato Keita, dall’altro Felipe Anderson usano la fantasia, saltano l’uomo e fanno le due fasi. Poi con due interni come Milinkovic e Parolo credo che l’assetto perfetto sia proprio questo e che stia pagando molto”.

Alla Lazio però sembra mancare un vice-Immobile, visto che Djordjevic non sta rendendo al meglio…

“Chiaramente l’obiettivo di una squadra importante come la Lazio è quella di riuscire ad avere elementi di un certo livello in rosa, almeno due nel reparto d’attacco. Però credo che la questione sia semplice: in estate l'obiettivo è trovare un vice-Immobile all’altezza”.

Come sarà questo Bologna-Lazio?

“Sulla carta credo che il Bologna farà fatica: ovviamente ci sono tante variabili che possano far sì che i rossoblù facciano una buona partita. Uno di questi potrebbe essere un calo psicologico da parte della Lazio che ha speso molte energie nel derby, sia fisiche che mentali. Di solito dopo una vittoria del genere si lascia sempre qualcosa la partita successiva su tutti i punti di vista. Ovviamente a parità di tutto la Lazio è più forte, il risultato non è scontato. Spero che il Bologna possa far risultato, ci tengo molto visto che sono stato con loro sette anni e sono affezionato ai tifosi e alla città”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Ti potrebbe interessare:

ABODI: "PRONTO A SFIDARE TAVECCHIO? LOTITO, SONO PIÙ LAZIALE DI LUI"

PANCARO: "MILINKOVIC TOP PLAYER, MERITO DI INZAGHI"


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI