FOCUS - Guida al Mondiale di Russia: ecco gironi, programma e Nazionali partecipanti

di Federico Marchetti
Fonte: Federico Marchetti - Lalaziosiamonoi.it
articolo letto 3754 volte
Foto

Parte oggi il Mondiale di Russia 2018, l'appuntamento che l'intero mondo del calcio aspetta da mesi sarà inaugurato alle 17 con il primo match tra la Nazione ospitante e l'Arabia Saudita. L'interesse dell'Italia per la Coppa del Mondo è ovviamente ai minimi storici in questa edizione che vede gli azzurri tra le assenti eccellenti, ma è innegabile che gli amanti dello sport più bello del mondo seguiranno comunque con interesse il Mondiale russo. Un'edizione che promette di essere piena di giovani talenti e di Nazionali desiderose di mettersi in luce e di conquistare la mitica Coppa Rimet. La fase a gironi comincerà appunto oggi e si protrarrà fino al 28 giugno, per poi lasciare spazio alla fase ad eliminazione diretta: gli ottavi di finale si giocheranno tra il 30 giugno e il 3 luglio, i quarti tra il 6 e il 7 luglio, le due semifinali il 10 e l'11 luglio e infine, a chiudere, la finale per il terzo e quarto posto il 14 e la finalissima di Mosca il 15 luglio. Ecco dunque la composizione dei vari gironi della Coppa del Mondo 2018 .

GIRONE A - Prima lettera dell'alfabeto e primo gruppo a disputare una partita in questo Mondiale, nel girone A sono presenti Russia, Arabia Saudita, Egitto e Uruguay. La Nazionale dei padroni di casa è paradossalmente una di quelle che si presenta in modo peggiore alla competizione con un impietoso posizionamento nel ranking a testimonianza: i russi sono 70esimi, più in basso di qualsiasi altra selezione che prenderà parte al Mondiale. Subito sotto l'Arabia Saudita, in 67esima posizione, mentre si attendono grandi cose dall'Egitto di Mohamed Salah in un girone più che alla portata dell'attaccante del Liverpool. Ultimo ma non per importanza l'Uruguay, legato a doppio filo con la Lazio per la presenza di Martin Caceres e Diego Laxalt, obiettivo di mercato dei biancocelesti.

GIRONE B - Nel secondo girone troviamo Portogallo, Spagna, Marocco e Iran. Un raggruppamento che sembra promettere un epilogo scontato, con le due Nazionali iberiche già qualificate alla fase ad eliminazione diretta, ma che potrebbe riservare delle sorprese. E' tutto da vedere infatti come reagirà la selezione spagnola al terremoto che si è scatenato nelle ultime ore con l'esonero di Lopetegui e il conseguente subentro di Hierro come nuovo ct. Attenzione soprattutto al Marocco, che non perde un match dall'1-0 inflitto dal Camerun ormai un anno fa e può contare su un leader difensivo come Medhi Benatia.

GIRONE C - Nel terzo raggruppamento ecco la Francia, una delle grandi favorite per la vittoria finale, seguita da Australia, Perù e Danimarca. Dando quasi per certo che gli uomini di Deschamps riusciranno ad assicurarsi un posto valido per la qualificazione alla fase successiva, si tratta di un girone che varrà la pena seguire per i tifosi della Lazio soprattutto per la presenza di Pione Sisto, giovane ala sinistra della Danimarca accostata ai biancocelesti in questa sessione di mercato.

GIRONE D - Il quarto gruppo è composto da Argentina, Islanda, Croazia e Nigeria. Sudamericani in largo vantaggio per il passaggio del turno secondo i bookmaker, mentre subito dopo viene la Croazia delle stelle: Modric, Kovacic, Rakitic, Mandzukic e Perisic sono solo alcuni dei giocatori che porteranno alta la bandiera a scacchi della loro Nazionale. Attenzione però all'outsider Nigeria che può contare su diversi giocatori giovani e di livello come Moses o Iwobi, senza dimenticare poi l'ex laziale Eddy Onazi.

GIRONE E - Il girone numero cinque vedrà competere Brasile, Svizzera, Costa Rica e Serbia. Ecco quindi Milinkovic-Savic, unico altro giocatore biancoceleste presente ai Mondiali oltre a Caceres, che avrà il duro compito di trascinare la sua Serbia alla fase ad eliminazione diretta. Un obiettivo raggiungibile ma non semplice davanti soprattutto ad un Brasile desideroso di riscatto e una Svizzera rodata, agli ordini di Vladimir Petkovic.

GIRONE F - Germania, Messico, SveziaCorea del Sud, queste le Nazionali che compongono il Girone F. Un raggruppamento che promette di essere piuttosto semplice per i tedeschi, campioni in carica e primi nel ranking FIFA, mentre ha una seria chance di andare avanti la Svezia, vera e propria carnefice dell'Italia nella qualificazione al Mondiale. Da seguire però nella Corea del Sud Hee-Chan Hwang, giovane attaccante del Salisburgo che ha anche segnato alla Lazio il gol del 3-1 in casa degli austriaci, nella partita che ha sancito l'eliminazione dei biancocelesti dall'Europa League.

GIRONE G - Il penultimo gruppo è composto da Belgio, Panama, Tunisia e Inghilterra. La Nazionale britannica si presenta da squadra da battere come fa ad ogni competizione internazionale, ma adesso è davvero tempo che il movimento calcistico inglese dia i suoi frutti. Altra sicurezza del girone è il Belgio, da cui sono stati esclusi Jordan Lukaku e Radja Nainggolan, mentre Panama rappresenta la vera Cenerentola della competizione, alla prima partecipazione della sua storia ad un Mondiale.

GIRONE H - L'ultimo girone vede come protagoniste Polonia, Senegal, Colombia e Giappone. Forse il raggruppamento dall'esito più incerto, composto da Nazionali ugualmente agguerrite e fornite di ottimi giocatori: la Polonia con Lewandowski, Milik e Zielinski, il Senegal con l'ex laziale Keita Baldé Diao, Sadio Mane e Koulibaly, la Colombia con Cuadrado, James Rodriguez e Falcao, il Giappone con Nagatomo, Kagawa e Okazaki. Senz'altro un girone che promette di essere appassionante.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy